parco del teno a tenerife

Il Parco del Teno: la parte più remota e autentica di Tenerife


Passeggiare per il Parco del Teno a Tenerife, è come camminare in una isola all’interno di un’altra isola.

Questo complesso di montagne che supera i 1300 metri di altitudine, occupa tutto l’estremo occidentale dell’isola, e si trova quasi completamente circondato dall’oceano.

Di fatto, prima di diventare un parco, questa luogo era una isola separata, che solo dopo alcuni secoli si riunì naturalmente alle altre isole vicine, diventando a tutti gli effetti Tenerife, l’isola più grande delle Canarie.

Il suo isolamento geografico ha fatto sì che il luogo, tra alti dirupi e strette valli, conservasse la sua biodiversità, la sua tipica architettura e i particolari costumi locali, cose molto difficili da incontrare nelle zone del turismo di massa.

Tradizioni e natura nel Parco del Teno

La stretta relazione tra la natura del luogo e le comunità locali del Macizo de Teno, è uno dei temi cardini del Centro de Interpretación de Los Pedregales a El Palmar.

Da qui si possono ottenere tutte le informazioni sui 13 sentieri da visitare nel parco e sui paesini montani migliori dove acquistare i prodotti tipici del posto.

Il Monte Verde e i domini dell’albero del drago

Da Las Portelas (TF-436) ci sono diversi sentieri che partono per il Monte del Agua.

Una breve passeggiata permette di raggiungere i primi pendii coperti di Laurisilva, uno degli ecosistemi forestali più imponenti delle Isole Canarie.

Le vecchie strade per Erjos attraversano questo luogo ombroso e umido che custodisce una delle foreste meglio conservate dell’isola e dell’arcipelago.

Il tetto verde del Monte del Agua contrasta con i pendii rocciosi che, da El Palmar, salgono, in direzione ovest, verso Teno Alto (Carretera de El Palmar).

Questo è il luogo dove dominano tabaibas, cardones, palme e l’immancabile albero del drago canario: specie che amano il sole e non sono molto esigenti in termini di acqua.

Questa parte del Parco del Teno, la più alta e remota di tutta la zona, è di una bellezza brutale, oserei dire quasi primitiva. Terrazzi di coltivazioni, epoche antiche, casolari che hanno affondato le fondamenta nel corso dei secoli completano oggi un paesaggio ricco di antiche credenze e tradizioni.

Altopiano del Macizo del Teno

Sull’altopiano del Macizo de Teno, si incontrano le vecchie case della zona, i vecchi silos, recinti e i “tagoras”, epoche scandite dai muretti a secco che servivano a vagliare grano e orzo.

L’allevamento continua ad essere protagonista dell’economia locale: il lavoro della gente del luogo è tangibile nei suoi formaggi e piatti dove la carne di capra è la protagonista assoluta.

Un altro degli incentivi per arrivare qui è vedere le impressionanti viste panoramiche sulla vicina isola di La Gomera.

Il piccolo paesino di Masca

A 11 chilometri da El Palmar, si trova il piccolo paesino di Masca, uno dei luoghi più impressionanti dell‘isola.

Una manciata di piccole casette aggrappate alle scogliere, formano un paesaggio sia naturale che unico nella sua creazione.

In questa zona si possono trovare alcune delle case dalla tradizionale architettura canaria meglio conservate di tutta Tenerife, oltre ai resti di fossati, condotte e terrazzi di coltivazione che ci riportano ad un passato in cui l’agricoltura di sussistenza era il principale pilastro economico delle famiglie della zona.

Da questo piccolo paesino tradizionale parte il Sendero de Masca, lungo 6 Km, considerato dagli abitanti del luogo come il più bello dell‘isola.

Alla fine di questo sentiero si arriva alla spiaggia che porta lo stesso nome, un’incantevole caletta di sabbia vulcanica incastonata ai piedi delle superbe scogliere de Los Gigantes.

Da qui, molti approfittano dell’occasione per ritornare in barca fino a Puerto Santiago per godersi l’avvistamento dei delfini e di diverse specie di balene.

Punta de Teno

Per arrivare all’altro grande scenario del Parco del Teno, bisogna arrivare fino a Buenavista del Norte.

La Punta de Teno ha il suo culmine nel vertice nord occidentale dell’isola, in uno dei luoghi più impressionanti di Tenerife.

Arrivare fin qui, non solo vi permetterà di vedere le scogliere da una zona poco frequentata dai turisti, ma potrete anche godervi una delle spiagge più autentiche e incontaminate di tutte le Canarie.

Qui la lava che si addentra nel mare crea delle piccole calette, porticcioli e scogliere da cui fare un tuffo nelle acque più cristalline dell’isola.

Ovviamente, il Faro de Teno è imperdibile… anche perché rappresenta l’ultima luce di Tenerife (ed europea) prima di addentrarsi nell’Atlantico, fino al nuovo mondo.

Passare un’oretta ad ammirare i tramonti in questo luogo, è qualcosa davvero di particolare.