Guida Turistica in Italiano

Cosa vedere a Tenerife

Dalle spiagge alla vita notturna, dai luoghi di interesse alla natura, tutte le informazioni per le tue vacanze.

Affacciata sull’Oceano Atlantico, Tenerife rappresenta l’isola in assoluto più ampia e popolata dell’arcipelago spagnolo delle Canarie e, grazie alla sua frizzante vita notturna e all’ampiezza di meraviglie naturali ogni anno attira milioni di turisti da tutto il mondo.

Vivace ed esplosiva, questa zona d’altronde è famosa per essersi formata grazie all’azione dei vulcani come il Teide che, ancora oggi, si possono ammirare ricoperti da nevi perenni che in epoca romana valsero a questa località il nome di Nivaria.

Non sono solo gli imponenti crateri ad attirare i viaggiatori: qui, infatti, non mancano scogliere mozzafiato come Los Gigantes o le città piene di storia e cultura come la capitale, Santa Cruz de Tenerife, o San Cristobal della Laguna, per non dimenticare poi spiagge bianche e una baia dalle acque cristalline dove riposarsi all’allegro sole dell’isola.

E, per chi vuole trascorrere un’esperienza veramente unica, è possibile dedicarsi a un’escursione nella zona della Teide, dove l’azione combinata di vulcani e altezze montane ha permesso di ottenere un paesaggio lunare decisamente insolito.

Trascorrere qualche giorno sull’isola di Tenerife vuol dire scoprire uno degli ecosistemi più suggestivi d’Europa, ma anche trovarsi in un luogo dove le tradizioni dei guanci, la popolazione autoctona, si fondono con la suggestiva cultura iberica ottenendo feste, costumi e sapori da non dimenticare.

Vediamo tutto quello che c’è da sapere sull’isola per una vacanza da sogno.

Cosa vedere a Tenerife

Parchi naturali, spiagge da paradiso e città piene di vita sono soli alcune delle attrazioni principali dell’isola.

A Tenerife, infatti, sono presenti anche musei, basiliche, villaggi antichi e davvero tante feste dove ci si può scatenare al ritmo di musica.

È difficile riuscire a elencarle tutte: per questo motivo ci limitiamo a vedere nel dettaglio quelle più famose: le altre potrete esplorarle una volta arrivati!

Le più belle spiagge di Tenerife

tenerife spiagge piu belle

Parlando di un’isola è impossibile non pensare subito alle spiagge e alla sabbia fine che riflette la luce del sole: nel caso di Tenerife, inoltre, è possibile fare un tuffo in un’acqua chiara, pulita e incontaminata dove si nasconde un ecosistema marino tutto da scoprire.

Le località più famose si trovano nella parte meridionale dove ci si imbatte in piccoli paradisi come la Playa de las Americas ed El Medano.

Il primo vanta non solo una baia candida, ma anche molti luoghi dove fare festa e divertirsi dal mattino a notte fonda: per chi ama il golf sono disponibili anche diversi campi ben curati frequentati da appassionati di tutto il mondo.

Il secondo, invece, è decisamente più adatto per chi desidera emozioni forti: rappresenta infatti un luogo di raccolta per tutti gli avventurieri che amano il kite surfing, dove ci si avventura sulle onde cavalcando una tavola e maneggiando un aquilone.

Grazie al vento che batte la zona non è difficile cimentarsi in mille acrobazie, belle anche solo da ammirare per chi preferisce la sicurezza del litorale.

Se non siete lontani dalla capitale Santa Cruz de Tenerife potete regalarvi una gita anche a Playa de Las Teresitas, amata da chi vuole fare un tuffo nelle acqua più settentrionali dell’isola.

Caratterizzata da una sabbia chiara (che fu importata direttamente dal territorio del Sahara) e da un’acqua turchese di grande bellezza, questa baia è conosciuta per essere il luogo ideale dove sorseggiare un cocktail mentre si ammira il tramonto ed è indicata anche per chi ha dei bambini.

Santa Cruz de Tenerife

cosa vedere santa cruz de tenerife
Visita Santa Cruz

Questa città è la capitale dell’isola e, con i suoi oltre 200.000 abitanti, è anche una delle più grande delle Canarie.

Naturalmente vanta una grande vocazione turistica e per questo motivo non mancano i punti d’interesse da visitare o gli alberghi dove pernottare, anche se il punto focale rimangono le spiagge che sono frequentate tutto l’anno dagli appassionati dei tuffi.

Uno degli edifici più conosciuti e ammirati è il suo Auditorio, un edificio costruito recentemente che non a caso si distingue per il suo design particolarissimo e contemporaneo, formato da innumerevoli “vele” di cemento che si ripiegano in mille curve in modo da favorire una perfetta sonorità.

Qui trovano posto diverse rassegne musicali dal classico al rock, senza scordarsi della musica tipicamente iberica come il flamenco.

Un altro luogo amato da chi vuole conoscere la storia e la cultura del luogo è il Museo di Storia naturale, dove si possono osservare le numerose testimonianze che già dalla preistoria hanno fatto delle Canarie un ambiente diverso dal punto di vista ambientale e umano.

Da non perdere fossili e reperti che testimoniano come gli animali qui hanno sviluppato milioni di anni fa una curiosa mutazione che ne ha aumentato la crescita: si tratta del cosiddetto gigantismo insulare, che va a pennello con l’imponenza delle scogliere e dei vulcani di Tenerife.

Se desiderate perdervi nel verde potete percorrere il Parque Garcia Sanabria, il più grande parco urbano delle Canarie e vero polmone verde della città.

Qui ammirerete cespugli in fiore che si intervallano a suggestive sculture dal gusto contemporaneo: l’attrazione principale, però, è l’orologio formato da tanti boccioli donato dalla Danimarca.

I bambini e gli appassionati degli animali potranno anche osservare diversi pappagallini e le rane nei laghetti del parco che contribuiscono a rendere il tutto ancora più vivace e pieno di vita.

Infine, chi vuole ammirare un’opera di ingegno italiano può visitare il Castillo de San Juan, spesso chiamato il castello nero, costruito nel XVII secolo dall’architetto cremonese Leonardo Torriani: questa struttura fiera e resistente ha permesso di proteggere la città nei secoli prima dai corsari che battevano la zona, e poi dalla marina inglese che, nel XIX secolo, tentò di dividere le isole sotto il comando dell’ammiraglio Nelson.

La storia insegna che non ci riuscì, ma anzi proprio qui ricevette una delle sue più cocenti sconfitte: una testimonianza della tenacia e dell’indomabilità degli abitanti della zona.

I parchi naturali

parchi naturali tenerife

Viaggiare a Tenerife vuol dire imbattersi continuamente in panorami mozzafiato ed ecosistemi sempre diversi e ricchi di vita: per questo motivo non deve stupire se in una superficie relativamente piccola si trovano molti parchi naturali.

Quello più conosciuto e apprezzato è il Parco Naturale del Teide, uno spazio maestoso dominato dal vulcano omonimo che, grazie ai suoi più di 3000 m di altezza, vanta anche il primato di montagna più alta della Spagna! Tuttavia, non è solo l’altitudine del picco a stupire chi si trova a passare di qui, quanto la sua attività: benché non si registrino eruzioni dall’inizio del secolo scorso, infatti, basta recarsi vicino alla caldera per percepire il calore della lava e ammirare fumaroli di terribile bellezza. Se avete paura di scottarvi nessun problema: nella zona del Teide potrete anche trovare altri punti di interesse meno “bollenti” semplicemente scorrazzando per la valle, che ricorda un po’ un paesaggio lunare, o aggirandovi nei dintorni dell’osservatorio di astrofisica, anch’esso decisamente fantascientifico.

Per chi ama catturare delle foto uniche la soluzione migliore è dirigersi alle Roques de García, formazioni rocciose di origine vulcanica che presentano sfumature rossicce decisamente affascinanti, soprattutto al tramonto.

Nelle zone protette si possono trovare anche delle vere e proprie meraviglie uniche al mondo perfette per chi è appassionato di speleologia: nel caso di Tenerife è molto celebre la Cueva del Viento, un vero e proprio “tunnel lavico” formato dalle continue eruzioni che si sono susseguite in 27 milioni di anni. Non è un’esperienza che va presa alla leggera, ma niente paura: ci sono molte guide locali che vi guideranno in una traversata affascinante dove scoprirete ciò che si cela nelle viscere delle Canarie. Per raggiungerlo vi basta recarvi a Icod de los Vinos, anch’esso decisamente meritevole di una bella visita.

Le località più amate dell’isola

citta tenerife

Benché Santa Cruz de Tenerife offra molti luoghi interessanti da visitare non vuol dire che il circondario non nasconda delle perle altrettanto preziose. Ad appena 10 km dalla capitale, infatti, si può arrivare a San Cristobal de la Laguna, una delle località più caratteristiche di questa zona. Piccola ma molto pittoresca, la cittadina è stata addirittura inserita nella lista dei patrimoni Unesco e offre ai visitatori un centro storico eccentrico e accattivante, dove edifici antichi si affacciano su piazze e bar pieni di vita e divertimento. È un luogo adatto soprattutto ai giovani, in quanto non lontano si trovano alcuni importanti centri universitari perfetti per chi vuole fare nuove amicizie.

Tuttavia, non tutti si recano nelle Isole Canarie solo per fare chiasso e festa: c’è anche chi desidera un’esperienza più calma e piena di spiritualità, ed è per questo che un’altra delle destinazioni più gettonate di Tenerife è la Basílica y Real Santuario Mariano de Nuestra Señora de la Candelaria, situato nel paesino che ne prende il nome e che conserva gelosamente la leggenda dell’apparizione della Vergine a due pastori nel XIV secolo. Sicuramente meno adatto per chi vuole scatenarsi a ritmo di musica, questo punto d’interesse è comunque molto valido anche solo per chi desidera fare un tuffo nel mare in tutta calma.

Sull’isola non possono mancare anche le bellezze architettoniche e a La Orotava, città a mezz’ora di macchina da Santa Cruz si possono trovare le Doce Casas, ovvero 12 palazzi storici dove si può ammirare la tradizione artistica del luogo in tutta la sua bellezza. Inoltre, da non perdere l’Iglesia de la Concepcion, spettacolare edificio dove regna lo sfarzo e la fantasia dello stile barocco, e le numerose piantagioni di banane che, grazie al calore costante che regna in questa terra, vantano un sapore e una qualità unici.

Cosa fare a Tenerife

cosa fare a tenerife

Il bello di quest’isola è che non è possibile annoiarsi. Lo spirito vulcanico della zona, infatti, ha permesso che si sviluppassero consuetudini a metà fra tradizione e innovazione, coniugandole con la vocazione turistica che ogni anno vede milioni di nuovi arrivi. A dire la verità, la scelta è talmente vasta che potrebbe essere difficile sapere quali esperienze sono veramente imperdibili, soprattutto se il soggiorno è breve: per questo motivo vi consiglio 3 cose da fare a Tenerife per vivere in modo completo l’isola.

Gustare la cucina locale in una finca

cosa mangiare a tenerife canarie

Sicuramente tutti abbiamo mangiato in un agriturismo o in un’osteria: beh, a Tenerife possiamo paragonarle grossomodo a una finca, ovvero delle case di campagna molto caratteristiche che spesso vengono rimesse a nuovo per accogliere i turisti con i piatti della tradizione canaria. Vi posso assicurare che è qui il posto migliore dove scoprire l’anima culinaria di Tenerife e il suo incontro fra sapori iberici e piatti autoctoni: nei menù, naturalmente, non devono mancare piatti come papas arrugadas e mojo, ovvero patate con salsa piccante oppure il rancho canario, spaghetti in brodo con ceci e maiale. Preparatevi, perché una volta iniziato a mangiare sarà difficile smettere!

Partecipare al Carnevale Canario

carnevale di tenerife

A Febbraio sull’isola si registra un picco degli arrivi e non si tratta solo di semplici viaggiatori che vogliono fuggire al freddo trascorrendo una settimana in questo tiepido paradiso: molti, infatti, sbarcano qua proprio per assistere al Carnevale di Santa Cruz, l’evento canario con la C maiuscola. È talmente famoso che la città stessa è gemellata con Rio De Janeiro, offrendo un evento che non ha nulla da invidiare alla celebre festa brasiliana.

Il carnevale qui ha radici antiche di secoli, a partire dai primi anni della colonizzazione spagnola del 1600 e in 400 anni ne ha avuto di tempo per diventare sempre di più stravagante e colorato: ogni anno viene scelto un tema specifico per dare più coesione al tutto, ma naturalmente sono ammesse pazzie di ogni genere. Musica, allegria e divertimento sono all’ordine del giorno, con la loro buona dose di alcool e, in certi angoli nascosti, anche gioco d’azzardo. Naturalmente ci si diverte tantissimo anche per vie legali, mischiandosi con la folla di nativi e viaggiatori che si muove a ritmo di musica seguendo i carri o riunendosi vicino ai molti eventi collaterali come sfilate, concertini ed esibizioni di ogni tipo. Avete già pensato al costume perfetto?

Assistere agli spettacoli nella Piramide di Arona

Chi ama fare vita di società in un luogo dove si preparano molti spettacoli può decidere di soggiornare vicino alla Piramide di Arona, un anfiteatro caratterizzato da un ingresso “a triangolo” immediatamente riconoscibile nello skyline di Santa Cruz de Tenerife, a pochi metri dalla Playa de las Americas. Qui si può assistere a eventi di ogni tipo anche molto importanti, come festival di ballo e di coreografia dove non mancano grandi artisti internazionali. Se avete una serata libera non dimenticate di prenotare i biglietti: sicuramente troverete l’intrattenimento che fa a caso vostro.

Le Isole Canarie: dove si trova Tenerife

dove si trova tenerife

La particolarità di Tenerife è quella di trovarsi in pieno Oceano Atlantico, a poca distanza dalle coste del Marocco e, di conseguenza, anche dall’aria di influenza climatica del Sahara. Per questo motivo sull’isola vige un clima mite tutto l’anno ed è possibile godere di molte giornate di sole anche in inverno, caratteristica che rende le Canarie il luogo perfetto per chi non ama spostarsi in estate ma preferisce i flussi più leggeri della bassa stagione. Naturalmente ci possono essere differenze tra una zona all’altra dell’isola di Tenerife, ma in generale ci si può aspettare una temperatura che non scende sotto i 20° C praticamente ovunque.

Tutti i modi per arrivare sull’isola

come arrivare a tenerife

Essendo un’isola, Tenerife può essere solo raggiunta in volo o in barca: di solito l’aereo rappresenta una soluzione più veloce ed economica rispetto alla nave e non è difficile trovare dei voli diretti che da Milano, Napoli, Roma Bologna e addirittura Treviso permettono di atterrare all’aeroporto di Tenerife Sud in appena 4-5 ore. I prezzi si aggirano sui 50-70 euro, ma si possono trovare anche soluzioni differenti ricorrendo ai voli con gli scali che spesso portano a cambiare compagnia in aeroporti spagnoli come Barcellona o Madrid. Attenzione ai periodi di alta stagione, quando le soluzioni scarseggiano ed è difficile trovare posti anche nelle ore più improbabili.

Se proprio non ne volete sapere di librarvi in aria, vi farà piacere constatare che è possibile raggiungere Tenerife anche con il caro, vecchio traghetto. Tuttavia, non ci sono tratte dal Bel Paese, ma è necessario spostarsi in territorio iberico e più precisamente nei suoi porti di Cadice e Huelva. Si tratta della soluzione ideale se state progettando un soggiorno più “generale” che vi permetta di rimanere più tempo, ma ricordate che il viaggio può durare anche due giorni e, per trasportare due persone e un’automobile, i prezzi possono salire fino a raggiungere anche diverse centinaia di euro.

Quando andare a Tenerife

quando andare a tenerife

Visto il clima sempre gradevole e caldo potrebbe essere difficile capire se c’è un periodo più adatto per scoprire l’isola di Tenerife, ma si può andare per esclusione e trovare la soluzione ideale per le proprie esigenze. Per esempio, durante l’estate ci sono sicuramente più turisti, una prerogativa che potrebbe non piacere a chi non ama la folla e, inoltre, molto spesso ci si trova a fare i conti con delle temperature che raggiungono i 40° C! Viceversa, nei mesi primaverili benché le precipitazioni siano comunque scarse è molto più comune avere giornate dove il sole è coperto, offrendo meno possibilità di andare a rilassarsi sulla spiaggia ma a beneficio di chi non ama il caldo estremo e vuole scoprire luoghi come cittadine o parchi naturali senza la folla estiva.

Naturalmente, anche i prezzi dei biglietti e del soggiorno possono variare a seconda della bassa o dell’alta stagione, con l’eccezione di febbraio quando, come abbiamo detto, si tiene il carnevale e per questo si assiste a un temporaneo rialzo dei prezzi. In definitiva, il periodo migliore per costi, presenza di turisti e piacevolezza del clima è quello da settembre a ottobre.

Dove dormire a Tenerife

dove dormire a tenerife

Non è semplice trovare un’area dove alloggiare sull’isola, ma ci sono alcune zone dove si può trovare più vivacità dal punto di vista della vita serale o una bellezza mozzafiato per chi vuole fare un tuffo in un panorama da cartolina. Se siete giovani e avete voglia di passare in pochi minuti dal litorale a una discoteca scegliere le struttura che si trovano a Las Americas, quartiere relativamente poco congestionato e a pochi passi dai servizi principali. In particolare, vi consiglio di soggiornare al Mediterranean Palace, storico hotel di lusso per chi vuole essere coccolato al 100%, oppure l’Hotel Andorra, più economico ma comunque ben fornito con tanto di ristorante e parcheggio.

Per chi non vuole badare a spese, invece, la soluzione ideale è la Costa Adeje, la piccola “Beverly Hills” di Tenerife. Qui si trovano gli stabilimenti più esclusivi dove, pagando, si può ottenere veramente di tutto, senza considerare il meraviglioso mare della zona. Volete il top del top? Prenotate una camera al Jardin Tropical Hotel, con tanto di piscina di acqua salata scolpita nella roccia per quando volete stare a mollo senza trascinarvi dietro asciugamano e ombrellone.

Per chi ama la vita on the road e, perché no, anche una bella traversata in surf, c’è la spiaggia di El Mèdano dove ci si può riunire con altri appassionati della tavola o, se si vuole rimanere con i piedi ben saldi per terra, approfittare della tranquillità di questa zona. È possibile trovare anche degli stabilimenti pet friendly come l’Hotel Playa Sur Tenerife, perché anche i nostri amici animali si meritano una vacanza da ricordare!

Conclusione

Tenerife è un’isola che offre infinite possibilità per tutti i viaggiatori in cerca di relax, ma non dimentica di soddisfare anche chi vuole trascorrere qualche giorno all’insegna dell’adrenalina, o chi semplicemente ama conoscere una cultura differente in tutti i suoi aspetti.

A metà tra un paradiso costiero e un paesaggio quasi extraterrestre, Tenerife e i suoi paesaggi catturano anche il più esigente veterano delle trasferte grazie a delle caratteristiche uniche al mondo e introvabili anche negli angoli più curiosi del pianeta.

Unite tutto questo a una temperatura sempre mite e a una vita notturna (e diurna) vivace e coinvolgente e non rimarrete stupiti se vorrete già imbarcarvi su un aereo o una nave alla volta delle Canarie. L’importante è non dimenticare la crema solare, delle scarpe comode per un’escursione sul Teide e soprattutto tanta, ma tanta voglia di sorprendervi a ogni angolo.